SPINO D’ADDA – Il sindaco Poli ha confermato la volontà dell’amministrazione di realizzare la nuova scuola primaria

16 febbraio 2017

spino d'adda

spinoSPINO D’ADDA – L’assessore alla cultura di Spino d’Adda Antonia Grazzani ha presentato il Piano di Dirotto allo Studioo, che è di 25mila euro complessivi, con acquisto in parte di prodotti per pulizia e igiene e in parte per attività didattiche. Per la scuola dell’infanzia i corsi di musica e inglese (mille euro) e yoga (300 euro). Per la scuola Primaria, le classi prime e seconde parteciperanno a Lombardia in Gioco, educazione motoria nella scuola primaria  (555 euro), vi sono poi il corso di nuoto (per le terze, 4mila euro), robotica (per le quinte, 480 euro), conversazione in inglese (terze, quarte e quinte per 1.125 euro), due di teatro (uno del FATF, Giusto, per prime, seconde e terze, dal costo di 500 euro; l’altro Il Filo di Arianna, per quarte e quinte, a 2.400 euro) e il corso di  musica (900 euro). Per la scuola media si organizzano il corso di robotica (320 euro), gli incontri di orientamento (742 euro), il laboratorio di scienze (3.500 euro) e il laboratorio di informatica (1.900 euro).

A domanda del capogruppo di minoranza Paolo Riccaboni, il sindaco ha confermato che la volontà dell’amministrazione è di completare il Polo Scolastico realizzando la nuova primaria. Gli altri consiglieri a riguardo si sono invece rifiutati di parlare: Riccaboni ha chiesto al capogruppo di maggioranza Andrea Bassani se, come cinque anni fa, la sua opinione è ancora quella di realizzare la nuova primaria accanto al centro sportivo (in via Bergamo, dove per Riccaboni deve esserci la casa di riposo). Bassani non ha replicato. Ha chiesto all’assessore al bilancio Carlo Cornalba se per lui la scuola va fatta. Ha ricordato infatti che Cornalba, quando era presidente del Comitato NO Cemento Selvaggio (ovvero fino a luglio 2016), ha presentato ricorso (che ha perso) contro il progetto di nuova scuola di Riccaboni. Quindi l’ex sindaco ha chiesto: “Magari ha cambiato idea”. Ma se l’ha cambiata non si sa, perché l’assessore non ha voluto rispondere: “Non mi pare il luogo per discutere dei ricorsi. Non è il luogo e io su questo oggi non devo intervenire”.

Il sindaco Luigi Poli ha fatto un arzigogolato discorso: “Riccaboni ha distrutto la possibilità di darci una scuola: dovevamo avere 12mila mq di terreno e ne ha portati a casa 7mila, dichiarando non accettabile un documento in cui il proprietario si impegnava a cedere il terreno.  Ma i 24mila mq di terreno che Riccaboni ha ottenuto” (ma non aveva appena detto che erano 7mila?) “sono l’equivalente economico dei 7mila mq che se li avesse portati a casa sarebbero del valore  di 40mila mq”. La dichiarazione è questa. I metriquadri ora a disposizione di Spino d’Adda per realizzare la scuola, ottenuti da Riccaboni, sonio 24mila. In ogni caso Poli ha assicurato: “Noi cercheremo di entrare in tutte le possibilità di bando per ottenere i finanziamenti per la scuola nuova.  La scuola attuale non ci frutterà, se venduta, un milione e mezzo di euro, per cui dobbiamo ottenere un finanziamento cospicuo, o la scuola nuova non si fa. Dovremo fare un progetto, perché al momento non c’è n’è uno per partecipare ai bandi” (ed è vero, c’è solo un preliminare). E poi ha concluso: “Confermo che la volontà dell’amministrazione è di completare il polo scolastico”.

Riccaboni ha anche chiesto all’amministrazione di non impegnarsi in nessun aumento di tariffe. Ha ricordato che mensa, scuolabus, mantenimento del plesso e libri di testo hanno un costo, e la copertura è solo del 40%, ma che l’amministrazione “si impegni a continuare a non aumentare le tariffe scolastiche così come ha fatto la mia amministrazione”. Cornalba ha rivelato che il suo obiettivo è di eliminare lo scuolabus e fare che “i ragazzi vadano a scuola a piedi”.

Condividi questo articolo

Share to Facebook
Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki
, , , , , , , , ,

About silvia*

Sono una giornalista professionista. Questi sono i miei articoli (e foto) relativi i comuni di Rivolta d'Adda, Agnadello, Spino d'Adda, Pandino, Palazzo Pignano, Dovera.

View all posts by silvia*

No comments yet.

Leave a Reply

provamelo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.