PANDINO – Le reazioni al comunicato dell’assessore Carpani riguardo allo Stadio

13 marzo 2017

pandino

FRANCESCA SAU

PANDINO – Il comunicato stampa sullo Stadio diffuso dall’assessore allo sport Antonella Carpani ha suscitato accese reazioni nei gruppi di minoranza pandinesi. Per Pandino, tramite Francesca Sau, ha puntualizzato: “Nessuno si meraviglia perché avete la possibilità di mettere mano agli impianti sportivi – dice citandola – e concordiamo con lei quando dichiara che nessuno ha il diritto di lasciar cadere in disuso gli immobili comunali per incuria. Quello che lascia perplessi è la scelta delle priorità che date al nostro Pandino. Chi ha amministrato sino ad ora siete sempre voi, voi del Gruppo Civico! Qualsiasi persona che non viva a Pandino, leggendo sui quotidiani che l’amministrazione comunale pandinese ha deciso d’investire circa 800mila euro per sistemare lo stadio comunale è autorizzata a pensare che paese fortunato!, perché in automatico deduce che a Pandino tutto il resto è a posto. Purtroppo, così non è… Ogni pandinese è in grado di valutare: basta guardarsi intorno per capire cosa è diventato Pandino… un paese abbandonato…” Per Sau, insomma, la scelta di anteporre i lavori allo stadio ad ogni altro lavoro è “una scelta politica… Per noi le priorità sono altre… gli edifici scolastici a norma, magari con il CPI, ad esempio….quante interrogazioni abbiamo fatto sulla scuola! Sulla scuola dovrebbe essere preparata visto che è Assessore all’Istruzione, cultura, sport, tempo libero, politiche giovanili e biblioteca”.

Continua Sau: “Caro assessore Carpani, noi vi abbiamo sempre criticato perché, a nostro avviso, non amministrate come un buon padre di famiglia. Nel leggere che prima metterete mano allo stadio e poi alla palestra di Via Bovis siamo rimasti perplessi. La palestra di via Bovis nel 2009 è stata oggetto di un intervento finalizzato all’adeguamento e messa a norma, che puntava a ottenere l’omologazione Coni (costo previsto 350mila euro). L’intervento è stato fatto, forse a costi più bassi, ma ci sembra con qualche problema di omologazione per le partite di basket, squadra che non ha più potuto giocare a Pandino, neppure con una deroga firmata dal Sindaco”.

Lista Insieme ha ribadito che “La Variante al Piano Regolatore approvata dal gruppo di cui Carpani fa parte, prevedeva di sostituire parte delle strutture sportive di Pandino (campi calcetto e tennis) con servizi sanitari. All’assessore Carpani, come a tutta la giunta ed al sindaco, noi stiamo ponendo domande di priorità e di coerenza. Ma sappiamo che le risposte non arriveranno, perché questi amministratori non hanno risposte”.

Condividi questo articolo

Share to Facebook
Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki
, , , , , ,

About silvia*

Sono una giornalista professionista. Questi sono i miei articoli (e foto) relativi i comuni di Rivolta d'Adda, Agnadello, Spino d'Adda, Pandino, Palazzo Pignano, Dovera.

View all posts by silvia*

No comments yet.

Leave a Reply

provamelo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.