L’ANGOLO DI MARMILIA – I “MACCHINI”, LA MUSICA E IL PIANTO …

14 gennaio 2017

pandino

claraI “Macchini”! Ancora oggi se si sente dire “Macchini” si pensa alla Banda, ma anche alla guerra, ed ora anche ad un lutto doloroso come quello  per la morte di Clara, la figlia dei Macchinj.

Ed oggi voglio parlare proprio di lei: è il 14 gennaio ed oggi avrebbe compiuto 55 anni, ma nel 2005

Clara ci ha lasciati. Ma non si può dimenticare Clara : una ragazza bionda e gentile, con tanti amici!

Quando si sparse la notizia della sua grave e improvvisa malattia, tutti ne soffrimmo,  ma speravamo in un miracolo. Ma non fu così. Il terribile male proseguiva il suo corso, la speranza si faceva sempre più debole e Clara morì, lasciando la sua famiglia sconvolta e i tanti amici in lacrime.

I “Macchini” erano molto noti in paese. Da un secolo erano famosi; dicendo “Macchini” il pensiero andava subito alla musica, o meglio, alla Banda! Il vecchio Guido Macchini era stato uno dei suoi fondatori nel 1927 . Già anziano, dirigeva ancora con entusiasmo i musicanti, come se gli anni per lui non fossero passati.

Che commozione quando, sostenuto dal figlio Eugenio, si presentò in castello per ricevere la medaglia d’oro dal Sindaco d’allora!

E poi ci fu lui, l’altro “Macchini” combattente nell’ultima guerra, prigioniero in Egitto ed in India, ed in seguito, a guerra finita, Presidente della locale sezione Combattenti e Reduci.

Quante volte, tornata la pace, lo vedemmo sfilare nel corteo dietro la bandiera e parlare il 4 Novembre, davanti a “Fredo”, per ricordare i caduti .

Ma torniamo a Lei, a Clara: quanti amici aveva attorno. La ricordo seduta al “Piccolo Bar”, con Elena, sua sorella Paola, AnnaMaria, Anna e con l’amica d’infanzia Giovanna.

Anche quando era in vacanza Clara riceveva sempre volentieri gli amici pandinesi. Quanti ragazzi e ragazze del paese sono stati ospiti nella casetta a Sestri Levante che Eugenio, e il cognato Gino affittavano nei mesi estivi. Chi passava, anche per un solo giorno, sulla riviera di levante si fermava sempre volentieri a salutare Clara e sovente, lì, si assistevano a scaramucce verbali memorabili tra i due cognati !

Negli anni della malattia le amiche non si allontanarono, anzì furono ancora più vicine a Clara: in particolare le due sorelle Elena e Paola; e quanti ex compagni dell’ITIS di Treviglio, malgrado fossero passati più di vent’anni, corsero a Pandino per dargli un ultimo saluto; quel giorno sia papà Eugenio, che la mamma Ausilia, piansero tutte le loro lacrime!

Addio, Clara! Ti hanno oramai raggiunto in cielo anche mamma e papà e noi siamo in tanti a ricordarti.

Nella fotografia scattata durante una gita scolastica nel 1980 a Roma quando frequentava l’ITIS a Treviglio, Clara è la seconda da destra. Sono riconoscibili anche Alberto Giavardi ed Elena Signorini anche loro studenti dell’Istituto bergamasco.

 

Marmilia

Condividi questo articolo

Share to Facebook
Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki
, , , , ,

About silvia*

Sono una giornalista professionista. Questi sono i miei articoli (e foto) relativi i comuni di Rivolta d'Adda, Agnadello, Spino d'Adda, Pandino, Palazzo Pignano, Dovera.

View all posts by silvia*

One Response to “L’ANGOLO DI MARMILIA – I “MACCHINI”, LA MUSICA E IL PIANTO …”

  1. Gianni Says:

    Carissima Marmilia. Buon anno. E’ ina meraviglia leggere ciò che scrive…le parole scorrono in un soffio e fanno apprezzare la semplicità e le buone maniere e le frasi sciole e semplici.
    Volevo solo puntualizzare, conoscendo assai bene la cugina Clara Macchini, che tra le amiche da sempre e cugine c’era anche la mia sorella amatissima Mariagrazia (MG Silva) che Clara chiamava “MGh” come diminutivo con la G dura!
    Grazie per i bei ricordi pandinesi…e faccia in modo che anche i nuovi arrivati che amministrano colgano, grazie a suoi racconti, quale è il significato di PANDINESI….Un grosso abbraccio dal cattivo allievo Gianni.

    Reply

Leave a Reply

provamelo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.